Gli hobbit sono esistiti davvero

Gli Hobbit sono nati dalla fantasia di Tolkien o sono esistiti davvero? Nel 2004 sono stati ritrovati resti umani fossili in Indonesia ribattezzati con il nome a cui appartengono i vari Bilbo e Frodo Baggins, Pipino, Merry e amici del villaggio. I cosiddetti “hobbit”, battezzati così per la piccola statura, apparterrebbero a una diversa specie rispetto all’homo sapiens. Queste le conclusioni alle quali sono giunti gli antropologi che hanno condotto due studi pubblicati dalla rivista scientifica Nature.
Come riporta il quotidiano britannico The Independent l’Homo Floresiensis sarebbe vissuto in isolamento sulla remota isola dell’arcipelago indonesiano di Flores per migliaia di anni prima di estinguersi circa 17mila anni fa: alto circa un metro, possedeva un piede piatto con dita più simili a quelle degli scimpanzé e che gli permetteva un’andatura bipede ma non di correre per lunghi periodi. Secondo gli studiosi le ipotesi sulla loro evoluzione sono due: o una discendenza da un ominide simile all’Homo habilis oppure dal successivo Homo erectus (antenato dell’Homo sapiens), ma con ritorno a caratteristiche più primitive; quanto alle ridotte dimensioni, si tratterebbe di un caso di nanismo da isola, attestato in numerose specie animali e considerato un modo per sopravvivere meglio alle limitate risorse di un ambiente poco esteso.
Il nome Hobbit è stato loro dato in omaggio alle creature letterarie del padre del Signore degli anelli, simili agli uomini ma anch’esse caratterizzate dalla bassa statura.

Gli hobbit sono esistiti davveroultima modifica: 2009-05-10T23:56:00+02:00da qui_shannara
Reposta per primo quest’articolo

9 pensieri su “Gli hobbit sono esistiti davvero

Lascia un commento